Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Pubblicato su da ... ภเ๓ยє ...
MALOCCHIO - Sintomi, Protezione, Toglierlo

SINTOMI

I sintomi come campanello d’allarme

Vediamo invece quali possono essere i “campanelli d’allarme” e perchè.

Il mal di testa frequente, forte, senza che vi sia una spiegazione medica: in genere resistono agli antidolorifici, e più che mal di testa li possiamo rappresentare come “cerchi alla testa”, “testa pesante”.

Stato di prostrazione e svogliatezza : in genere si manifestano nella mattinata e proseguono nel tardo pomeriggio per svanire quasi la sera, quando sembra che ci sentiamo più attivi.

Stato di malessere generale senza un motivo medico preciso : le analisi sono ottime, gli accertamenti medici negativi, e tuttavia accusiamo dolori soprattutto al bacino e al torace, nausea (anche vomito), capogiri, sonnolenza.

Altro sintomo “campanello d’allarme” è l’insonnia improvvisa : sembra di essere stanchissimi ma appena a letto restiamo ore ed ore senza che ci riesca di dormire.

Questi sono i primi campanelli d’allarme, ma non sono ancora necessariamente “allarmi”.

Quando l’allarme diventa serio

Alcuni sintomi “seri” e che destano allarme sono ad esempio una strana sonnolenza che ci assale se tentiamo di pregare, se siamo in chiesa siamo assaliti da irrequitezza oppure assaliti da un improvissa noia e sonnolenza, accompagnata da vistosi sbadigli, colpi di tosse, senso di oppressione.

Avvertiamo un generico senso di avversione alle cose sacre, ad esempio.

A casa i sintomi possono essere molti di più : frequentemente si avverte paura passando davanti agli specchi, si ha come l’impressione di essere osservati, si sentono odori sgradevoli che svaniscono dopo pochi minuti per poi ricomparire quando siamo in altre stanza.

Avvertiamo uno strano senso di paura, soprattutto se al buio, le stanze ci appaiono più cupe.

Si uniscono frequentemente incubi con risvegli improvvisi e di soprassalto, pensieri negativi.

Altri sintomi “allarmanti” sono gli sbalzi d’umore : prima eravamo persone pacifiche, serene, ora improvvisamente ci vengono irrefrenabili scatti d’ira, mal sopportazione degli altri, impazienza.

Improvvisamente e senza una ragione precisa avvertiamo difficoltà a respirare, colpi di tosse fortissimi e improvvisi.

Insomma dei sintomi che magari fino a un mese prima erano totalmente assenti.

Maggiore è la concomitanza di questi sintomi tanto più preoccupante è l’allarme.

E infine i fenomeni

Quelli ch emettono davvero di fronte alle prime certezz esono i fenomeni che in genere compaiono dopo qualche settimana da quando si viene colpiti.

Il primo fenomeno preoccupante è se si manifestano fenomeni di “chiaroveggenza” : all’improvviso e inspiegabilmente si riesce a pensare in anticipo cose che effettivamente avverrano nella realtà, anche le più banali.

In genere ci si sente battere forte il cuore, si ha una sensazioen improvvisa di ansia e si pensa, ad esempio, oggi incontrerò la tal dei tali. E puntualmente in giornata si fa l’incontro.

Oppure si pensa che una cosa andrà malissimo e quella forte sensazioen dienta realtà.

Nei casi di legature per amore poi sono comuni alcune fenomeni particolari.

Come pe rincanto rispuntano dal passato vecchi amori, magari dopo anni che non si facevano vivi, e sembra rinascere all’improvviso la passione, per poi svanire nel giro di pochi giorni o settimane: in questi casi si osservano anche allontanementi da persone che all’improvviso sembrano non essere più interessati a noi, anzi abbiamo la netta sensazione che ci evitino.

Nel caso invece dei malefici di separazione, al nostro partner capiterà quasi di sicuro di incontrare qualche ex, oppure incontrerà gente che sarà affascinata da lui mentre fino a poco prima lo ignorava.

In molti casi ci sono anche oggetti che in casa improvvisamente si rompono, smettono di funzionare. Li si porta a riparare ma risultano perfettamente funzionanti.

Ovviamente molto dipende dalla natura del maleficio e dalla sua potenza.

Basta pensare che in casi molto gravi si percepiscono anche rumori, scricchiolii, si ha l’impressione di vedere di sfuggita piccole ombre che sembrano passarci davanti velocemente, sparizioni di oggetti che si ritrovano dopo giorni e spesso in altre posizioni da dove si erano lasciati.

Altro fenomeno spesso rilevato è quello che …vi scoprirete “potenti” nel senso che se vi arrabbierete in cuor vostro con qualcuno, presto vedrete quel qualcuno ricevere un qualche danno.

_______________________________________________________________________

COME SAPERE SE SI HA IL MALOCCHIO

IL METODO DELL'ACQUA E DELL'OLIO.

Per attuare questo metodo è necessario prima di tutto spegnere tutte le luci e chiudere tutte le porte e le finestre: poi è necessario accendere una candela bianca per fare la luce necessaria. A questo punto si riempie di acqua chiara e pulita un piatto o una bacinella di colore bianco; in un altro recipiente, meglio se di rame o metallo si versa dell'olio d'oliva e si pongono i due recipienti vicino alla candela e di fronte alla persona oggetto del rito. Si aspetta che i due liquidi siano ben posati e fermi e dopo un breve momento di meditazione, si prende l'indice sinistro della persona, si intinge nell'olio per raccoglierne alcune gocce che poi si versano sull'acqua. Se le gocce rimangono bene intere non esiste malocchio: se invece le gocce subito si allargano e formano dei cerchi che tendono a crescere allora il malocchio è presente.

IL METODO DELLA PUPILLA.

Questo sistema è molto antico e non sempre riesce a fornire dei responsi certi ad ogni tipo di malocchio. Si deve guardare la persona presunta colpita dalla sfortuna negli occhi, nella pupilla e verificare se vediamo la nostra immagine riflessa: se l'immagine è presente il malocchio non esiste. Se invece la pupilla non riflette la nostra immagine allora esiste il malocchio.

IL METODO DELL'INCENSO.

Prendete una bacinella di rame e ponete all'interno di essa una manciata di incenso puro acquistato in una erboristeria specializzata. Con un fiammifero di legno fate bruciare l'incenso, facendo attenzione che l'incenso brucia con un po' di tentativi e sara' necessario usare piu' fiammiferi. Lasciate bruciare bene tutto l'incenso, fino a che il fuoco non si esaurisce completamente: adesso osservate bene il colore del fumo sprigionato: se è bianco, grigio chiaro, non esiste malocchio; se, invece, il colore appare nero, scuro, specialemente all'inizio, allora esistono forti negatività generate dal malocchio.

IL METODO DEI CHICCHI DI SALE.

In una bacinella di rame versate sette cucchiai di alcool e 27 chicchi di sale grosso. Date fuoco, sempre con fiammiferi di legno, e lasciate ardere fino ad esaurimento. Se il sale scoppietta e spara esiste maleficio

_______________________________________________________________________

RIMEDI

Esiste un’antica preghiera, poco diffusa, che è efficacissima per scongiurare il malocchio e l’invidia.

E’ l’orazione di S.Cipriano, nato ad Antioca presumibilmente nell’anno 304 d.c. e condannato al martirio per decapitazione insieme alla vergine Giustina : la sua festa ricorre il 26 settembre.

In realtà S.Cipriano, prima della conversione al cristianesimo avvenuta all’età di circa 30 anni, fu un grande mago e scrisse numerosi libri di magia e di esoterismo.

Si narra che la sua conversione avvenne per amore di Giustina che, a sua volta convertitasi, rifiutò il suo amore, nonostante i suoi mille artifici messi in atto.

Fu allora che Cipriano chiese al demonio come era possibile che una inerme e debole fanciulla potesse essere così forte e resistere a lui dotato di grandi poteri sugli spiriti : la risposta del demonio fu che lui nulla poteva contro chi ha il segno della Croce e che comunque anche lui era sottomesso alla volontà di Dio.

Esistono varie orazioni di S.Cipriano allo scopo di tenere lontane le insidie diaboliche.

_______________________________________________________________________

Metodo 1. Per liberarsi dal malocchio questo è il metodo più efficace, quello più potente. Procuratevi una candela bianca, ungetela di Sangue di Drago. Prendete un foglietto bianco e scriveteci sopra il vostro nome inscritto in un pentacolo. Accendete la candela e bruciate il foglio, lasciate consumare la candela interamente. Quando la candela sarà interamente sciolta prendete la cera e gettatela in un corso d’ acqua.

Metodo 2. Procuratevi un sacchetto di sale e un bicchiere con dell’ acqua abbastanza grande per contenerlo. Pungetevi leggermente ( senza farvi del male! ) e lasciate cadere una goccia di sangue sopra il sacchettino. Lasciate in ammollo per tre ore e in seguito liberatevene sotto acqua corrente ( lavantino, wc o un torrente )

_______________________________________________________________________

ALCUNI AMULETI CONTRO IL MALOCCHIO

Occhio: l’ immagine dell’ occhio è l’ amuleto più potente e più usato per proteggersi dal malocchio. L’ occhio rappresenta lo sguardo divino a cui nulla è nascosto. Popolari sono stati nel medio oriente l’ Occhio di Horus tra gli antichi Egizi e l’ Occhio di Halla per gli islamici. Figure di occhi erano parte della decorazione delle navi, di gioielli e di interni.

Mezzaluna: questo amuleto è utilizzato in medio oriente come amuleto antimalocchi e portafortuna.

Mano di Fatma: amuleto Islamico, la mano blocca le energie negative.

Corna: le corna sono utilizzae come antimalocchio sin dalla preistoria. Le corna “pungono e attaccano” il male, rappresentano virilità e fertilità e richiamano la forma della mezzaluna. Il gesto di “fare le corna” è fra i piu utilizzati in Italia per allontanare il malocchio e l’ invidia. Lo stesso per il cornetto di corallo.

Corallo: amuleto marino che ha il potere di eliminare il malocchio. Per i greci rappresentava il sangue di Medusa, per i Cristiani divenne emblema del sangue di Cristo.

Agata: le pietre di agata, specie quelle nere e bianche o brune erano utilizzatissime contro il malocchio.

Corniola: questo amuleto protegge dal malocchio e dalla stregoneria. Placa le anime dei defunti.

Turchese: per le popolazioni del Tibet, dell’ India e del vicino oriente il turchese è un amuleto eccellente per prevenire il malocchio.

Lapislazzuli: antico amuleto popolarissimo tra Assiri, Sumeri e popoli Semitici antichi e popolarissimo nella Roma antica. Pietra sacra ad Inanna, rappresenta l’ energia stessa degli dei e degli astri, occhi viventi e vivificanti del cielo.

Azzurro: il colore azzurro è considerato un rimedio contro l’ occhio del male e le enregie negative. Questo perchè l’ azzurro evoca il cielo dimora degli Dei, colore sacro ad Iside e alla Madonna, colore dell’ acqua che rigenera.

Incenso: il fumo dell’ Incenso rimuove le influenze negative, il malocchio e attrae gli spiriti benigni.

Commenta il post

Salvo 09/20/2016 10:20

C'è anche l'orazione per recuperare un amore perduto di San Cipriano!!! Abbiate fede

Tags

Archivi

Post recenti

Ospitato da Overblog